BIKE HOTEL

San Giovanni Rotondo è  famosa nel mondo perché luogo in cui si conservano le spoglie di San Pio da Pietrelcina, frate cappuccino, vissuto per circa 50 anni nella cittadina Garganica. Immersa nel  verde del Parco Nazionale del Gargano e poggiata sulle alture delle colline a ridosso del Monte Calvo, la città di San Giovanni è  incastonata  al  centro  di  un  bellissimo  scenario  naturale. Andando a ritroso nel tempo, per scoprire le origini di questo comune si risale fino all’anno Mille. Fu fondata sulle rovine di un preesistente villaggio del IV secolo a.C.;  di questo  borgo restano ancora segni visibili,  come alcune tombe e un battistero  circolare  che  anticamente era destinato al culto di Giano, in seguito consacrato a San Giovanni.

La città vive alterne vicende, fino a quando nel 1916 vi giunge l’allora giovanissimo Padre Pio. Egli dedicò la sua vita al servizio della Chiesa, promuovendo la nascita dei Gruppi di  Preghiera e la realizzazione di opere caritative, primo fra tutti l’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”, definito “tempio di preghiera e di scienza” dallo stesso Padre Pio. Il centro storico si sviluppa  in  una  rete  di  stretti  vincoli  e  angoli  suggestivi con immagini di un passato antico.

La cornice ambientale in cui è incastonata San Giovanni Rotondo offre al visitatore amante della natura  scenari suggestivi, unici nel promontorio. A poca distanza dal centro abitato, si  assiste  a  un  fenomeno  naturalistico di grande fascino: la Grava di Campolato, una delle numerose cavità carsiche presenti sul  Gargano, la più profonda di quelle della Puglia.  A  ridosso del paese svetta invece Monte Calvo (1065 m), la  vetta  più  alta del promontorio  Garganico; dalla sua sommità, nei   giorni   più   limpidi,  è   possibile  assistere  ad  un  panorama  unico: la  vista  abbraccia contemporaneamente le Isole Tremiti a nord e il Golfo di Manfredonia a sud.